Contatta
Antonella Airoldi

I social in analogico

Tutto iniziò con MySpace, i codici in HTML per modificarne il profilo e inserire più citazioni possibili di scrittori e mangaka. Avevo 15 anni e cercavo uno spazio che fosse un diario segreto: in Internet il mio nome poteva diventare un altro e in un attimo potevo essere l’eroina del mio romanzo fantasy preferito. Il…