Invisibile agli occhi

Te lo dico in due frasi, una all’inizio, una alla fine.

All’inizio ti dico che “L’essenziale è invisibile agli occhi”. È una frase di Antoine de Saint-Exupéry.

Nel grande circo della comunicazione sono un account, un funambolo che mantiene l’equilibrio tra i clienti, i creativi, i fornitori e le aziende. Dopo la laurea in Scienze della Comunicazione e un master in Brand Communication, ho fatto alcune esperienze in agenzie pubblicitarie a Milano.

Poi sono arrivata in Multiconsult che per me è evoluzione, una finestra sul futuro. La comunicazione parte da una strategia, segue un piano di sviluppo, culmina in un processo creativo concreto, efficace. Abbiamo clienti storici del marketing che ci chiedono di seguire la loro comunicazione e, viceversa, altri per i quali curavamo solo la loro comunicazione che ora domandano anche una consulenza marketing. Alzare l’asticella creativa è per noi un banco di prova.

Ogni comunicazione è un progetto di immagine coordinata, dove mi piace dire che la creatività è applicata, diventa un messaggio concreto, efficace. Non è solo progettualità, la comunicazione è soprattutto azione. Occorre che l’account sia un elastico, ovvero riesca ad adattarsi e andare incontro alle esigenze dei diversi clienti. Però serve anche che dimostri la capacità di saper capire. In questo modo, è in grado di calibrare il tono del messaggio anche nei progetti più piccoli.

Alla fine te lo dico con le parole di John Lennon: “Alla fine andrà tutto bene, e se non andrà bene non è la fine”.