Inbound marketing | Come farsi trovare

L’inbound marketing è una strategia che si concentra sul come farsi trovare dai clienti, ricorrendo a tattiche e strumenti, realizzati per lo più online, diversi rispetto a quelli del marketing tradizionale (outbound marketing) che fonda la ricerca dei clienti attraverso la costruzione di notorietà sul mercato con strumenti quali la pubblicità e le promozioni.

Gli sforzi di marketing inbound seguono così tre principali traiettorie:

– sviluppo di contenuti da veicolare tramite social media, blog, ecc.;

Search Engine Optimization (SEO) per migliorare il proprio posizionamento nei motori di ricerca;

– presenza pianificata e costante sui social media.

Il vero e proprio centro di tutta questa attività è rappresentato dal sito web, quale spazio in cui far confluire tutte le attività dell’azienda, i progetti, le campagne di comunicazione o promozionali, che dovrebbero già essere concepiti, sin dall’inizio, nell’ottica di diventare contenuti finalizzati a catturate il maggior numero di visitatori sul sito stesso, creando così l’opportunità di tradurre poi i visitors in leads e, successivamente, in clienti.

I vantaggi di questo approccio rispetto a quello più tradizionale riguardano i costi che sono stimati circa il 60% inferiori rispetto al marketing tradizionale… sembra proprio che sia terminato il tempo in cui la strategia migliore era quella di concepire campagne pubblicitarie e/o promozionali di massa con la speranza di persuadere un numero minimo di persone.

Resta valido, in ogni caso, il principio secondo cui la comunicazione non si improvvisa: non basta avere un profilo su un social network o creare una fanpage per “catturare” degli utenti. Anche la presenza sui social network va approcciata in modo sistematico e integrata all’interno di una più ampia strategia online che punti su: coerenza nei messaggi e nell’immagine che si vuole comunicare al fine di fidelizzare i propri contatti e generare una base di potenziali clienti, fondamentali per garantire la crescita dell’azienda.

Il passo successivo consiste poi nel tener monitorata l’attività inbound implementando apposite metriche per rilevare la performance dell’impresa soprattutto sui social media. Una prima analisi utile, comprende i seguenti elementi:

  1. Volume, ovvero il numero di menzioni della propria impresa e/o brand sui social nell’arco di un periodo definito;
  2. numero di menzioni della propria impresa e/o brand rispetto ai concorrenti;
  3. identificazione dei visitatori / users che, nelle loro discussioni, hanno parlato dell’azienda / brand;
  4. numero di risposte e/o commenti ricevuti su singoli post, notizie, tweet, ecc. comunicati dall’azienda;
  5. numero di menzioni da parte dei cosiddetti key influencers, riconosciuti come tali nel settore in cui opera l’impresa e/o sui social;
  6. percezione del pubblico. Questo è forse l’elemento più critico ma anche il più significativo. È importante riuscire a rilevare qual è l’impressione e l’idea che i diversi visitors hanno del brand, dell’azienda e dei suoi prodotti. È chiaro che l’indifferenza espressa, rappresenta già un importante segnale da non sottovalutare;
  7. il numero delle piattaforme social (Twitter, Facebook, Pinterest, ecc.) su cui l’impresa è presente e la frequenza con la quale viene menzionata sulle stesse. La rilevazione della popolarità su ciascun canale, nello specifico, va poi incrociata con la clientela target dell’impresa. È essenziale essere più presenti e popolari su quei social maggiormente diffusi tra il target che si vuole raggiungere;
  8. numero di click (click-through rate / CTR) del pubblico su uno o più links contenuti in un messaggio e-mail. Il CTR può essere calcolato, per esempio, dividendo i singoli click registrati per il numero totale di mail inviate. Questo dato fornisce un’idea circa la rilevanza del messaggio e la sua capacità di suscitare un’azione da parte dei destinatari.

Queste prime rilevazioni consentono di stimare la capacità di attrarre l’attenzione del pubblico e il ritorno sull’investimento di risorse, fatto in termini di strumenti e tecniche di inbound marketing al fine di ottimizzare le scelte fatte e migliorare la performance dell’impresa.