DimoreDesign 2014 I Il design è ospite delle dimore di Bergamo

DimoreDesign 2014 è l’unico tour italiano dove il design, la storia, l’architettura e l’arte s’incontrano in un evento che quasi non si può raccontare ma solo vivere. Come vale per qualunque autentica esperienza culturale. Infatti è un tour… poiché solo il viaggio ha la capacità di unire quei mondi così distanti che sono la storia e il design.

Quest’anno, nelle domeniche di Settembre, le residenze nobiliari di Bergamo aprono i loro portoni, si raccontano attraverso la voce delle guide e rivelano ai visitatori gli ospiti d’onore che abitano temporaneamente nei loro ricchissimi saloni. Infatti, a Villa Grismondi Finardi alloggiano le opere di low cost design di Daniele Pario Perra; Palazzo Terzi è stato contaminato dall’estro creativo di Dante Donegani e Giovanni Lauda; a Palazzo Moroni, Aldo Cibic dà epifania all’anima delle cose; a Palazzo Agliardi risiede l’allestimento in cinque scene di Giovanni Levanti; a Casa Trussardi vivono le cosmologie domestiche di Italo Rota. Non c’è designer che in questi anni non si sia innamorato della dimora storica che ha fatto da teatro alle sue creazioni, e che non sia poi diventato ambasciatore delle bellezze di Bergamo nel mondo.

Se il weekend è consacrato alla visita delle dimore, il mercoledì sera – dal 10 settembre all’8 ottobre – è dedicato all’incontro/confronto con i designer. Un vero e proprio master di design, durante il quale gli artisti raccontano la storia delle proprie creazioni, interagendo col pubblico e facendo loro rivivere il percorso e le esperienze che li hanno ispirati. Ad accompagnare e mediare i loro interventi, sarà presente Giacinto di Pietrantonio, Direttore della GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo. Un altro appuntamento importante nel palinsesto del tour è l’evento che si terrà il 21 Settembre dal titolo “Le Pestiferie”, un progetto che mette in scena l’arte e il design a misura di bambino, nello splendido contesto di Palazzo Moroni.

DimoreDesign è più di un progetto di marketing territoriale. Non solo coinvolge gli occhi degli appassionati di design e stravolge quelli degli scettici, ma sensibilizza sulla bellezza dei nostri beni culturali, che sono un patrimonio di cui tutti dovremmo prenderci cura.

E il tour ripartirà anche l’anno prossimo, ispirandosi creativamente al tema dell’Expo. Nel 2015 il design sarà dentro e fuori dalle dimore, in mezzo alla gente e al centro delle agorà cittadine. Forse s’inaugurerà un linguaggio diverso per una differente visione della città e del nostro modo di viverla.

Ma per ora c’è un tour che ci attende, designer che si raccontano e favolose dimore che aspettano solo di essere visitate.

Il resto è ancora l’anteprima di un sogno meraviglioso.

Immagine: allestimento ed. 2013 di Palazzo Moroni (scatto di Ezio Manciucca)