Da Iseo a I.S.E.O.

Ieri sera al Club Luberg ho intervistato Riccardo Venchiarutti, l’uomo che a Iseo ha creato I.S.E.O. che è l’Istituto Studi Economici e per l’Occupazione, dove i premi Nobel insegnano ai ragazzi.

Quando si vedono le persone dal vivo riesci a capire cosa c’è dietro.

Un professionista serio che ha gestito la redazione economica della RAI da Milano. Quello che ha parlato di borsa e di economia per tanti anni.

Un sindaco che 4 anni fa con la sua giunta ha deciso di ridurre a zero il proprio compenso e metterlo in un fondo per le famiglie disagiate del paese. Ad oggi hanno raccolto 290 mila euro.

Una persona che mette in rete i premi Nobel, portandoli ad Iseo ogni anno per formare i migliori ragazzi da tutto il mondo su tematiche di economia e occupazione. Sono 70 i giovani che ogni anno invadono Iseo e per sempre ricorderanno I.S.E.O. e il programma di formazione che porta lo stesso nome.

Un uomo semplice, chiaro, accattivante nella parola e nei modi.

Una grande scoperta, una percezione di umanità straordinaria.

Sono incontri quelli Luberg informali e spesso abbiamo delle sorprese perché molti degli svegli stanno nascosti.

A noi stanarli e farci raccontare, dal vivo, che è un’altra cosa.

A noi riempire la sala, vorremmo che ci fosse la folla per ascoltare, soprattutto i giovani, per entrare nelle storie e nello spirito di chi ha già percorso diverse strade e ci regala il proprio racconto. Possono segnare le scelte della vita questi incontri.