Ciclotte incontra Swarovski. E brilla più che mai

Ciclotte è un progetto di design di grande successo che, da qualche anno a questa parte, coinvolge numerosi brand di fama mondiale. L’ultimo, ma solo in ordine di tempo, è Swarovski.

Il marchio di punta della holding austriaca, da oltre un secolo celebre nel taglio industriale di pietre preziose, sarà partner di Lamiflex Composites (specializzata nella produzione di laminati in carbonio, titanio e fibra di vetro e dalla cui produzione Ciclotte è nata) nella realizzazione della terza limited edition di Ciclotte.

Il  prodotto, entrato a pieno titolo nel mondo del luxury design e nato a Ponte Nossa nel 2010 dalla creatività del designer Luca Schieppati, si vestirà di luce con le sue edizioni Swarovski Gemstones e Swarovski Zirconia.

Come già accennato, non è la prima volta che Ciclotte collabora con marchi di caratura mondiale, e sembrano lontani i tempi della primissima versione classica, realizzata in in fibra di carbonio.

Era il 2010. Da allora, Ciclotte è stata prodotta in versione Marine (per navi e yacht), Apple-friendly (perché munita di un kit di accessori per iPad e iPhone), Roberto Cavalli (toccando le passerelle di moda), e Tonino Lamborghini (entrando nel mondo sportivo e del ”puro talento italiano”).

Senza naturalmente dimenticare il suo appeal hollywoodiano, che ha permesso alla “design exercise-bike” più famosa al mondo di comparire in svariate pellicole cinematografiche e di esercitare un forte fascino verso lo stilista americano Ralph Lauren, che l’ha fortemente voluta per la sua linea moda Black Label ed esposta nel suo celebre monomarca newyorchese di Madison Avenue.

Lo scorso gennaio Ciclotte è volata a Colonia per una nuova esposizione, per poi dirigersi alla fiera Maison&Objet di Parigi: una vita di corsa, quella del prodotto di punta di Lamiflex Composites.

Luigina Bernini, presidente dell’azienda, racconta: “Da tre anni questo progetto è sempre in fermento, collezionando premi e assicurandosi collaborazioni di altissimo livello, a partire da quella con Daniel Egneus, illustratore e artista di fama internazionale che ha inserito Ciclotte in sette illustrazioni, interpretando in ognuna di esse una capitale in cui il prodotto è stato presentato nel corso del lancio del prodotto, da Londra a Mosca, da Hong Kong a New York”. E spiega che Ciclotte “ha dato un grande riconoscimento a Lamiflex e alle sue capacità produttive nel settore dell’arredo-design oltre che in quelli tecnici dell’industria aeronautica e medicale”.

Chissà se Lamiflex Composites, soltanto quattro anni fa, avrebbe mai immaginato di vedere il suo prodotto ricoperto di pietre scintillanti.